facciate ventilate

Le facciate ventilate sono un ottimo sistema di rivestimento esterno, sempre più utilizzato nella tecnologia delle costruzioni e nell’architettura contemporanea. Esse aumentano la percezione di confort all’interno degli ambienti in cui si vive e lavora e offrono molti vantaggi in termini di risparmio energeticoisolamento acustico e protezione della struttura. Vediamo cosa sono e come sono costruite.

Cosa sono le facciate ventilate

Le facciate tradizionali sono costituite generalmente da strati consecutivi di muratura e isolamento con la camera d’aria contenuta all’interno del setto murario. Con questa tecnologia, l’aria è racchiusa all’interno della parete, quindi è statica, e potrebbe portare a problemi di degrado sul lungo periodo, dovuti alla scarsa traspirabilità della parete.

Nelle facciate ventilate invece la parte esterna della facciata è separata fisicamente dalla parete di tamponamento dell’edificio, creando così differenti strati funzionali.

Al setto murario viene applicato l’isolante continuo, si evitano così i ponti termici (spesso cause di condensa, muffe e quindi disconfort), sussegue poi l’intercapedine ventilata, il cui unico ingombro è la struttura metallica e il rivestimento esterno.

Caratteristiche facciate ventilate

Le facciate ventilate sono composte dai seguenti elementi:

  • un elemento esterno, con funzioni estetiche e protettive;
  • una camera d’aria di alcuni centimetri, preposta alla circolazione dell’aria;
  • uno strato generalmente in alluminio ancorato all’edificio;
  • uno strato isolante fissato al muro esterno (generalmente in lana di vetro).

Lo strato di finitura della facciata ventilata viene ancorato alla parete attraverso connessioni di tipo meccanico. Nel dettaglio si tratta di una vera e propria struttura a sbalzo portante, composta da montanti, traversi e staffe. Questa viene dimensionata in modo tale da creare uno spazio adeguatamente largo tra lo strato isolante e il pannello esterno, al fine di garantire una corretta evacuazione dell’aria verso l’alto. La struttura è composta da profili di alluminio estrusi, in questo modo il peso complessivo della struttura diminuisce e la resistenza alla corrosione aumenta rispetto ai componenti in acciaio. Alla struttura metallica vengono fissati meccanicamente (con viti, staffe e bulloni) i pannelli che compongono la pelle dell’edificio. I sistemi di ancoraggio presenti sul mercato sono molteplici, la distinzione maggiore è tra quelli a vista e a scomparsa.

Le pareti ventilate possono essere realizzate in gres, cotto o materiali lapidei come marmi e pietre.

Vantaggi facciata ventilata

La tecnica della facciata ventilata è molto efficace rispetto le altre tecnologie poiché risolve i problemi di umidità mantenendo asciutto il setto murario. La pelle dell’edificio protegge dagli agenti atmosferici e crea uno strato passivo di isolamento termico. Ha inoltre la funzione di isolamento acustico perché è in grado di favorire la riflessione delle onde sonore provenienti dall’esterno.