come scegliere gli infissi

Se avete intenzione di effettuare dei lavori di ristrutturazione in casa per ottenere l’isolamento termico e il massimo risparmio energetico è bene partire dalla sostituzione di finestre e infissi. Essi  sono il punto di maggior dispersione di calore di un’abitazione. L’investimento economico sarà sicuramente importante, ma il consiglio è di non badare a spese e scegliere migliori infissi sul mercato. Vediamo di seguito come scegliere al meglio gli infissi tra diversi materiali e tipologie.

Materiale infissi interni

Con gli infissi moderni ottenere un importante risparmio energetico è più facile. Per questo, il consiglio è quindi quello di acquistare infissi di ultima generazione, costituiti da materiali dalle grandi proprietà di isolamento termico come il PVC, il legno o l’alluminio.

Il legno, dall’aspetto naturale, è in grado di donare calore ed eleganza; è un ottimo isolante termico e acustico, disponibile in tante essenze differenti: pino rovere, betulla, ecc. Di contro richiede cura e manutenzione.
L’alluminio è un materiale resistente agli agenti atmosferici e durevole. Presente in diverse tipologie (anodizzato, ossidato o verniciato), è molto versatile. Essendo un conduttore naturale, non è un un materiale adatto per l’isolamento termoacustico.
Il PVC è il materiale più adatto per evitare la dispersione termica ed è dotato della rigidità che assicura il valore nel tempo degli infissi.

La combinazione legno-PVC, che coniuga la naturalità del legno per l’interno e l’adattabilità del PVC all’esterno, che richiede poca manutenzione e offre un’elevata protezione degli agenti atmosferici. Infine la combinazione legno-alluminio, ideale per coloro che amanola bellezza del legno ma non la sua usura nel tempo, problema che si risolve proprio annettendo un profilo di alluminio esterno che protegge l’infisso dagli agenti atmosferici.

Ciascun materiale ha le proprie caratteristiche e bisogna valutare con un professionista del settore quale sia il migliore per le proprie esigenze.
Se vi affidate a un esperto, comunque, sicuramente vi verranno consigliati dei buoni prodotti e potrete installare delle moderne finestre ad alto isolamento termico sia per l’inverno (per non disperdere calore) sia per l’estate (per non disperdere il fresco del condizionatore).

Per chi non volesse sostituire gli infissi, ma preferisse cambiare soltanto i vetri delle finestre, invece, consigliamo l’utilizzo della vetrocamera, ovvero dei doppi vetri con all’interno una specie di camera d’aria da riempire magari con gas nobili come l’argon o il kripton che hanno spiccate proprietà di isolamento termico. In alternativa si può puntare su un semplice vetro temperato che è più spesso del normale (o composto a strati) che garantisce alla finestra un maggior isolamento termico e permette di evitare appannamenti e infiltrazioni d’aria e di umidità.

Fare l’isolamento termico delle finestre e degli infissi, però, non basta a coibentare completamente la propria casa e bisogna pensare ad esempio anche ai cassonetti delle tapparelle che sono a diretto contatto con l’esterno. Per eliminare qualsiasi spiffero è bene controllare che non ci siano eventuali fessure all’interno del cassonetto e se presenti sigillarle con stucchi o materiali siliconici. In alternativa si possono applicare all’interno dei pannelli flessibili in materiale isolante tipo poliuretano o polietilene.