pavimenti

Scegliere la pavimentazione è molto più complicato del semplice trovare il prodotto più bello. Molti altri fattori quali umidità, durata, costi, materiali e formati influenzano notevolmente tale decisione. Ecco allora una guida alla scelta dei pavimenti.

La straordinaria versatilità dei pavimenti in piastrelle deriva dall’enorme quantità di opzioni a disposizione. Le dimensioni delle tessere possono variare da quelle a mosaico molto piccole (1-2 cm) a quelle molto grandi (50- 60 cm).

I materiali

Per quanto riguarda i materiali, il linoleum è incluso nella lista delle migliori opzioni di pavimentazione perché rimane una delle più belle e durature, con oltre 150 anni di storia.
Il linoleum è composto da olio di lino ed è quindi impermeabile, oltre ad essere rispettoso dell’ambiente. Il linoleum è ideale per l’uso in bagno e in cucina, anche se sarà necessario sigillare intorno alle aree umide in cui l’acqua della vasca e dei sanitari potrebbe fuoriuscire. L’acqua stagnante non è un problema sul linoleum, a meno che non penetra nel substrato sottostante il pavimento. In tal caso, l’acqua danneggia il substrato e può anche causare la pelatura del linoleum.

Il parquet è un classico esempio di stile fatto bene, un perfetto equilibrio tra classico e moderno. Con il suo calore, carattere e facilità di manutenzione, specialmente se si considera che i costi di levigatura e finitura sono minimi rispetto all’installazione di nuovi pavimenti, il pavimento in legno rimane una delle migliori opzioni per tutta la casa.

ristrutturazioni lecce

Anche quello in sughero merita un buon posto nella lista generale dei migliori pavimenti perché il sughero è una risorsa rinnovabile poiché è ricavata dalla raccolta della corteccia della quercia. Inoltre, per merito della struttura cellulare simile a una spugna, il sughero può essere compresso e torna facilmente alla sua forma originale, quindi è resistente agli urti.

La pavimentazione in sughero è eccellente per isolare la stanza dai rumori esterni, motivo per questo è stata utilizzata nelle biblioteche dalla fine del XIX secolo.

Il sughero è versatile e può essere installato facilmente anche da coloro che non sono del mestiere. La manutenzione è facile e basta utilizzare un panno umido per pulirlo. I pavimenti in sughero sono atossici e sicuri per tutti i membri della famiglia, sia umani che animali.

Per un look contemporaneo, si può optare per un pavimento in resina, cemento o gres porcellanato, il quali offrono una superficie liscia e senza soluzione di continuità; sono anti-rumore, ipoallergenici, impermeabile, resistenti e facili da pulire.

I pavimenti in ceramica o porcellana sono la scelta giusta per un bagno o una cucina perché non sono porosi, sono facili da pulire e adatti al riscaldamento a pavimento perché possono immagazzinare e condurre il calore. Le ceramiche artificiali sono più uniformi per dimensioni e spessore, quindi molto più facili da posare rispetto alle piastrelle in pietra naturale.
Le piastrelle di grande formato creano un elegante ambiente contemporaneo e illuminano un piccolo spazio. Una combinazione di piastrelle lucide e opache fornirà interesse senza la necessità di colori forti.

Per un’alternativa più economica, è possibile optare per un pavimento in laminato, che è costituito da strati di pannelli in fibra ad alta densità. Il suo vantaggio, oltre al prezzo, consistono nella sue proprietà antigraffio e la facilità di installazione. Il laminato è un’ottima scelta da installare in tutte le aree della casa di grande utilizzo, a patto che non siano esposte a forte umidità (quindi da evitare l’uso in un bagno).