porcellanato liquido disegno pavimento

Porcellanato liquido: che cos’è e perché utilizzarlo per i pavimenti

Il porcellanato liquido costituisce una tipologia di pavimento che viene creato mediante la resina epossidica. Quest’ultima permette di realizzare una superficie estremamente liscia, uniforme e omogenea che non viene in alcun modo interrotta. Propria per tale ragione questo pavimento è molto apprezzato nella maggior parte delle case, in modo particolare in quelle moderne: esso infatti conferisce ad ogni ambiente eleganza e classe, rendendo anche la stanza otticamente più grande e luminosa.

porcellanato liquido pavimentazione

Pertanto il porcellanato liquido può essere adoperato in qualsiasi tipo di stanza grazie anche alla sua versatilità che lo rende decisamente personalizzabile secondo ogni tipo di gusto e necessità. Con questo pavimento quindi si potranno ottenere numerosi stili ed effetti diversi attraverso l’inserimento di decorazioni e materiali differenti. Al giorno d’oggi però non esiste soltanto un tipo di porcellanato liquido ma è bene conoscerli tutti in modo tale da decidere quello più adatto in base ai propri bisogni. Il porcellanato liquido di tipo tradizionale è composto da un rivestimento autolivellante realizzato con plastica termoindurente. Tale soluzione oggigiorno non è ancora molto conosciuta in Italia ma è largamente apprezzata in tutto il mondo perché offre la possibilità di poter rinnovare un vecchio pavimento senza doverlo sostituire interamente. In questo modo dunque il prezzo del lavoro e i disturbi saranno senza dubbio minori. Un tipo di porcellanato che ultimamente sta riscuotendo molto successo è quello 3D che si realizza usando un metodo paragonabile a quello di tipo tradizionale con la sola differenza che viene aggiunto il gres porcellanato liquido che permette di utilizzare un’immagine a propria scelta e trasferirla sulla superficie.

porcellanato liquido pavimenti

Porcellanato liquido: quando e come utilizzarlo al meglio

Il porcellanato liquido, a seconda della sua tipologia e delle sue caratteristiche, può essere utilizzato in diversi modi negli ambienti della propria casa. Il porcellanato liquido di tipo tradizionale ad esempio può essere usato anche per le superfici esterne con l’aggiunta di un antiscivolo. In tal modo si potrà regalare anche all’ambiente esterno un aspetto più raffinato e contemporaneo. Inoltre esso non ha bisogno di una manutenzione accurata: tutto ciò che bisogna fare consiste nell’utilizzare un panno umido e morbido e bagnarlo con un detergente non troppo aggressivo.

porcellanato liquido in bagno

Il porcellanato 3D invece può essere utilizzato in qualsiasi ambiente della casa che si voglia rendere personale e originale. Grazie ai suoi svariati motivi e decori infatti è perfetto per essere collocato in stanze come il soggiorno, lo studio oppure la camera da letto. Naturalmente utilizzando questa tipologia di pavimento bisogna stare attenti a non esagerare con la decorazione degli interni. Un pavimento molto particolare infatti richiama immediatamente l’attenzione e deve catturare la scena. Tutto il resto quindi deve essere messo in secondo piano non solo per non rovinare l’effetto ma anche per non creare troppa confusione e disordine. Pertanto è consigliabile mantenersi su uno stile pulito, semplice, piuttosto basico, prediligendo colori non troppo forti e accesi. Anche i complementi d’arredo non devono essere troppo estrosi: basta utilizzare l’essenziale per rendere la stanza decisamente gradevole e all’avanguardia.

porcellanato liquido bagno